.
Annunci online

 
lapillolarossa 
L'altra informazione: Libera e senza compromessi
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Il Blog di Beppe Grillo
Latitanti pericolosi
Lodo Alfano
Atto incolpazione De magistris
Memoria difensiva De Magistris
Nonsolo blog
Il Webmaster
Link Utili
Voglioscendere
Amici di Beppe Grillo Milano-Ovest
la casa della Legalità
Uguale per tutti
Stefano Montanari
Motivazione Corte d'appello - Andreotti
Sentenza cassazione - Andreotti
Sentenza Dell'Utri
Sentenza della Corte Europea - Caso Europa 7
Decreto sicurezza
  cerca


 

Diario | Ambiente | Autori | Lotta alla Mafia | Politica | Politica locale | Giustizia |
 
Diario
1visite.

6 febbraio 2010

De Magistris risponde a Il Giornale


Nulla di nuovo sotto il sole, il metodo è sempre lo stesso, visto che l'immagine di Papi è completamente ricoperta di fango impossibile da rimuovere (perchè trattasi di verità), il Giornale di famiglia si inventa un po di fango da gettare in faccia agli avversari politici.

Oltre a Di Pietro (bersaglio preferito), lunedi 5 tocca a Luigi De Magistris, “così prendono il volo gli sprechi di De Magistris” ( Per leggerlo clicca qui).

Con questo titolo Alessandro Caprettini cerca di far credere ai lettori che De Magistris per andare a Bruxelles, invece di usare i voli Low Cost si serve di jet privati.

La reatà è un po diversa, innanzitutto i voli non sono per Bruxells ma per Strasburgo e poi non sono jet Privati ma voli organizzati per risparmiare denaro.

Ma lasciamo alle parole di Luigi De Magistris la spiegazione:

Il Giornale - la voce servile del padrone che governa il nostro Paese - pubblica oggi (5-2-2010) le ennesime falsita' sul mio conto. Nulla di nuovo sotto al sole.
Per prima cosa il famoso "jet privato" di cui mi sono avvalso - che altro non è che un comunissimo charter - non è ad uso esclusivo dei deputati IdV ma è utilizzato anche da colleghi appartenenti agli altri gruppi politici.
In secondo luogo, contrariamente a quanto scritto nell'articolo, questi voli vengono organizzati solo ed esclusivamente per Strasburgo e non per Bruxelles.
Niente privilegi di casta, quindi, ma solo una scelta di buon senso. Dovendomi recare a Strasburgo una volta al mese, infatti, questo charter non solo mi consente di fare due tratte al posto di tre (partendo da Lamezia dovrei fare scalo prima a Roma e poi a Parigi o Nizza prima di raggiungere Strasburgo), ma soprattutto fa risparmiare alle casse del Parlamento europeo e quindi ai cittadini contribuenti, dal momento che il costo del biglietto di questo charter costa circa 400 euro in meno che un volo di linea normale. Ed il prezzo e' nettamente inferiore a quello indicato dal quotidiano del padrone.
Ci tengo poi a precisare che, sempre contrariamente a quanto scritto nell'articolo, il volo non viene organizzato se non ci sono minimo 14 passeggeri, quindi in 8 non si vola!
Insomma, niente a che vedere con la pratica legalmente permessa fino alla passata legislatura (luglio 2009) nella quale molto deputati europei prendevano voli "low cost" (che non fanno scalo a Strasburgo ma bensì a Basilea) e si facevano rimborsare dal Parlamento dei biglietti "business" intascandosi così la differenza . Oggi tutti i deputati sono, invece, rimborsati sulle spese reali sostenute.
Niente privilegi di casta ma solo una scelta di risparmio per le finanze pubbliche, più comodo a titolo personale e, se proprio vogliamo dirla tutta, più rispettosa dell'ambiente, visto il risparmio di emissioni di CO2 nell'atmosfera dovute al minor numero di scali e alla non necessità di spostamenti intermedi in automobile.”
(www.luigidemagistris.it)

Un consiglio ai giornalisti de Il Giornale, invece di inventare spazzatura sugli avversari politici per nascondere quella del padrone, cercate di fare il vostro lavoro.

2 ottobre 2009

Intervista a Luigi De Magistris







Il Blog ha raggiunto telefonicamente Luigi De Magistris, l’argomento della chiacchierata (ha parlato solo lui) è l’archiviazione disposta dal GIP di Perugia nei confronti di  Luigi Apicella, Gabriella Nuzzi, Dionigio Verasani e De Magistris, appunto.

Il procedimento era nato dalle denunce dei giudici Catanzaresi a seguito della famosa Guerra tra procure (che proprio guerra non era).

Ascoltatela è molto interessante.

 

P.S. Il testo integrale delle richiesta di archiviazione lo si può leggere qui


Segnalazioni: Lunedì 5 e martedì 6 sono previsti altri due appuntamenti, con regolare nulla osta delle istituzioni dello stato, sempre in via dei Mercanti, con volantinaggio ed esposizione di uno striscione contro il “Lodo” Alfano.
Lunedì, dalle ore 15 alle 19. Martedì, dalle ore 11 alle 20.
Gradita la collaborazione di persone che si alternino allo striscione e ai volantini.

Per i deattagli
cliccare qui

21 agosto 2009

Stampa di regime, Filippo Facci su Il Giornale

 



Ieri, come faccio tutti i giorni, leggo i giornali online  per farmi un idea di quello che accade nel nostro paese, nonostante la qualità dell’informazione sia sempre più scarsa.

Tra i vari articoli che ho letto,  il pezzo di Filippo Facci mi ha lasciato basito

Avrei dovuto immaginarlo dopotutto non è che Facci brilli per imparzialità però ieri ha davvero esagerato.

Il titolo del pezzo è: Italia dei livori I colpi di sole di Gigi&Tonino”, all’interno attacca Di Pietro e De Magistris (che strano ndr) accusandoli di calunnia e ignominia, secondo facci le affermazioni dei due, quindi, sarebbero completamente false; finisce il pezzo dicendo a Franceschini di continuare ad allearsi con questa roba e a farsi massacrare…” e ancora “…Di Pietro ha già fatto una rivoluzione e cercherà di farne un’altra, e le rivoluzioni tanto democratiche non sono mai state….Di Pietro è pericoloso”.

Quali saranno mai le calunnie infami che Gigi&Tonino hanno sparso per il paese mi chiedo, cosi vado a cercarle.

Le affermazioni che hanno rovinato il sonno al biondo mechato sono queste:

“Non è per caso lui che ha ospitato un assassino di Cosa Nostra in casa propria sotto le mentite spoglie di uno stalliere?

Non è per caso il suo partito un ottimo vivaio - nel presente Dell’Utri e, nel passato, Cuffaro - per uomini con forti relazioni con la criminalità organizzata?

Non è per caso proprio lui ad aver favorito con le leggi gli affari e l’incolumità dei criminali, attraverso la depenalizzazione dei reati finanziari, la contrazione dei tempi di prescrizione, l’eliminazione delle intercettazioni, il condono fiscale?

Non è per caso proprio il CDM da lui presieduto che ha deciso di non sciogliere il comune di Fondi per infiltrazioni della ‘Ndrangheta, dopo 17 arresti e più di 500 cartelle di atti giudiziari testimonianza della collusione tra la giunta Pdl e criminali organizzati?

Non è per caso lui che trattò, come ci dice la sentenza di primo grado che ha condannato a nove anni Marcello Dell’Utri per concorso esterno in associazione mafiosa, con i padrini delle cosche accordi e favori economici per le sue aziende, oltre la nascita di Forza Italia?”

Aggiungo, non è per caso il presidente del Senato Schifani (PDL) che in passato è stato socio con due persone che si sono rivelate dei Boss mafiosi?

Beh son tutte vere dov’è la calunnia allora, perchè Facci non ci dice quali sono le falsità?

L’unica cosa su cui sono d’accordo con Facci è che il nostro non è un Paese normale.

Il nostro Paese vive in uno stato di coma mediatico, non si accorge che giorno dopo giorno la malavita organizzata prende possesso del Parlamento e si scandalizza se queste cose vengono dette (chiaramente non in TV dove vige l’autocensura).

Chiaramente il mio commento all’articolo di Facci non è mai stato pubblicato, probabilmente al Giornale hanno deciso di uniformarsi alle TV del cavaliere e fanno comparire solo quello che gli fa comodo.

P.S. Facci non ti vergogni di quello che fai, insulti, infanghi le persone facendo disinfomazione solo per assecondare il tuo padrone, ma un pò di orgoglio personale non ce l’hai?

 

Rispondo ad un commento a questo post apparso su OK notizie

sfoglia
gennaio        marzo