.
Annunci online

 
lapillolarossa 
L'altra informazione: Libera e senza compromessi
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Il Blog di Beppe Grillo
Latitanti pericolosi
Lodo Alfano
Atto incolpazione De magistris
Memoria difensiva De Magistris
Nonsolo blog
Il Webmaster
Link Utili
Voglioscendere
Amici di Beppe Grillo Milano-Ovest
la casa della Legalità
Uguale per tutti
Stefano Montanari
Motivazione Corte d'appello - Andreotti
Sentenza cassazione - Andreotti
Sentenza Dell'Utri
Sentenza della Corte Europea - Caso Europa 7
Decreto sicurezza
  cerca


 

Diario | Ambiente | Autori | Lotta alla Mafia | Politica | Politica locale | Giustizia |
 
Diario
1visite.

27 giugno 2009

Intervista al Dott. Guido Salvini


Clicca qui per vedere la seconda parte

Fin'ora ho cercato di spiegare i danni che la riforma delle intercettazioni sarà in grado di fare, una volta approvata dal parlamento..

Ma se la mia credibilità è basata solo sullo studio, leggo e rileggo i testi e cerco di interpretarli in modo corretto, la credibilità di Giudo Salvini è dovuta alla qualità del lavoro che ha svolto in questi anni come GIP del tribunale di Milano.

Si è occupato, tra i tanti, dei casi di criminalità economico-finanziaria  Parmalat ed Enipower, del sequestro e dell'omicidio del finanziere Gianmario Roveraro.

Mi ha concesso un intervista telefonica dove ci spiegherà quali altri problemi alla giustizia creerà questa legge.

19 giugno 2009

Quelli che.... vogliono le intercettazioni


Analizziamo un'altra parte decisamente singolare della riforma delle intercettazioni che questo governo sta approvando a colpi di fiducia, è quella che riguarda il tempo massimo della intercettazioni.

Il legislatore ha previsto che le intercettazioni possono durare solo per 30 giorni, prorogabili al massimo per altri 30.

Facciamo un esempio, stiamo intercettando tizio (sospettato di essere un sicario) per capirne le intenzioni e evitare che compia la sua missione, non dice nulla al telefono per 59 giorni, poi al sessantesimo telefona a Caio e gli dice di incontrarsi dopodomani al solito bar per iniziare a pianificare l'azione, bene, l'intercettazione di Tizio ce la siamo giocata, i sessanta giorni sono passati.

Come facciamo a capire cosa vogliono fare?

Intercettiamo Caio ovvio (era venuta in mente anche a me), invece no, non possiamo nemmno intercettare Caio, il DDL dice che le intercettazioni si possono fare solo se: “vi sono gravi indizi di colpevolezza e l'intercettazione è assolutamente indispensabile ai fini della prosecuzione delle indagini e sussistono specifiche e inderogabili esigenze relative ai fatti per i quali si procede, fondate su elementi espressamente e analiticamente indicati nel provvedimento, non limitati ai soli contenuti di conversazioni telefoniche intercettate nel medesimo procedimento e frutto di un'autonoma valutazione da parte del giudice”

Traduco, visto che i gravi indizi di colpevolezza di Caio derivano dall'intercettazione di Tizio, non lo possiamo intercettare, saranno così liberi di organizzare il loro piano indisturbati; alla faccia nostra.

Passiamo ai procedimenti a carico di ignoti:”Nei procedimenti contro ignoti, l'autorizzazione a disporre le operazioni previste dall'articolo 266 è data, su richiesta della persona offesa, sulle utenze o nei luoghi nella disponibilità della stessa, al solo fine di identificare l'autore del reato".

Facciamo un altro esempio, se Tizio (un commerciante) decide di non pagare più il pizzo e gli fanno saltare in aria il locale, attualmente si mettono sotto controllo tutti i suoi telefoni in attesa di una chiamata tipo questa “Hai visto cosa ti abbiamo fatto, la prossima volta se non paghi vedi cosa ti succede” si rintraccia la chiamata e da li partono le indagini.

Se fosse già in vigore il DDL sulle intercettazioni, per poter mettere sotto controllo i telefoni di Tizio servirebbe la sua autorizzazione.

Secondo voi, gli hanno appena distrutto il negozio e lui dovrebbe fare un altro sgarro autorizzando le intercettazioni?

Qualora si andasse ad arrestare l'autore della chiamata, dicendogli che le prove a suo carico sono costituite dalle intercettazioni sulle utenze di Tizio, il Boss locale saprebbe benissimo con chi prendersela.

Non serve un mago per capire che di autorizzazioni ad intercettare ne avremo pochissime, fantastico vero?

Questi sono due esempi in cui le intercettazioni servono a incastrare i colpevoli, esistono però svariati casi un cui le intercettazioni servono a scagionare degli innocenti accusati ingiustamente.

Quando sarà approvata questa legge, non solo verranno presi meno delinquenti, ma saranno condannati più innocenti, e questa loro la chiamano sicurezza.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giustizia alfano riforma intercettazioni

permalink | inviato da SimoneS il 19/6/2009 alle 23:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

16 giugno 2009

Se telefonando


Clicca qui per vedere la seconda parte 


Se telefonando, l’ultimo libro di Gianni Barbacetto, raccoglie le intercettazioni più rilevanti di questi ultimi anni.

In più nel libro, ci viene spiegato come moltissimi reati che sono stati scoperti con le intercettazioni telefoniche, se fosse stato in vigore il Ddl sulla sicurezza che il governo sta facendo passare in Parlamento a colpi di fiducia, non sarebbero mai stati scoperti.

Ce ne parla l’autore che ringrazio sentitamente.

Grazie Gianni

Scarica La Pillola Rossa n° 22

sfoglia
maggio        luglio