.
Annunci online

 
lapillolarossa 
L'altra informazione: Libera e senza compromessi
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Il Blog di Beppe Grillo
Latitanti pericolosi
Lodo Alfano
Atto incolpazione De magistris
Memoria difensiva De Magistris
Nonsolo blog
Il Webmaster
Link Utili
Voglioscendere
Amici di Beppe Grillo Milano-Ovest
la casa della Legalità
Uguale per tutti
Stefano Montanari
Motivazione Corte d'appello - Andreotti
Sentenza cassazione - Andreotti
Sentenza Dell'Utri
Sentenza della Corte Europea - Caso Europa 7
Decreto sicurezza
  cerca


 

Diario | Ambiente | Autori | Lotta alla Mafia | Politica | Politica locale | Giustizia |
 
Diario
1visite.

14 febbraio 2010

Roberto Cota non sa cos'è la separazione dei poteri

Il legittimo impedimento, questo è il punto, altro non è che un altro tentativo di annullare la separazione dei poteri.

Si tratta di un provvedimento chiaramente incostituzionale, l'Art. 3 della Costituzione stabilisce l'uguaglianza di tutti i Cittadini dinnazi alla legge ( Presidente del consiglio compreso).

Non possono Cota e gli altri non saperlo ma a loro interessa solo evitare che berlusconi venga condannato prima che l'introduzione di un Lodo Alfano bis, costituzionale, sepellisca per sempre le responsabilità del presidente del Consiglio in barba ai cittadini Sovrani

Cota, in questo Video, da una spiegazione della separazione dei poteri che è strumentale alle sue esigenze, supportare il legittimo impedimento, come spiego nel video la separazione dei poteri è una cosa un po diversa.

Un altro appunto da fare al capogruppo della Lega è l'affermazione che il presidente del consiglio è eletto direttamente dal popolo, non per nulla cosi, il presidente del consiglio è nominato dal presidente della repubblica ( poteva benissimo non essere Berlusconi è già accaduto nella nostra storia).

In fine vorrei far notare il modo in cui è stata condotta l'intervista, il giornalista non è attivo ma passivo, imbecca Cota che così è libero di dire quello che vuole.

Le interviste vere sono quelle in cui l'intervistatore è attivo chiede e poi se non è convinto della risposta fa una seconda domanda, ma questo tipo d'interviste in italia si sono estinte da tempo.

Per fortuna c'è la rete che da la possibilità di smascherare queste cose.

Cota, e con lui tutti gli altri, d'ora in poi dovranno fare i conti con la rete che smaschera queste affermazioni dando cosi la possibilità agli elettori di rendersi conto del calibro dei nostri Politici.

sfoglia
gennaio        marzo