.
Annunci online

 
lapillolarossa 
L'altra informazione: Libera e senza compromessi
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Il Blog di Beppe Grillo
Latitanti pericolosi
Lodo Alfano
Atto incolpazione De magistris
Memoria difensiva De Magistris
Nonsolo blog
Il Webmaster
Link Utili
Voglioscendere
Amici di Beppe Grillo Milano-Ovest
la casa della Legalità
Uguale per tutti
Stefano Montanari
Motivazione Corte d'appello - Andreotti
Sentenza cassazione - Andreotti
Sentenza Dell'Utri
Sentenza della Corte Europea - Caso Europa 7
Decreto sicurezza
  cerca


 

Diario | Ambiente | Autori | Lotta alla Mafia | Politica | Politica locale | Giustizia |
 
Politica locale
1visite.

11 ottobre 2010

Diretta del Consiglio comunale di Rho


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Consiglio comunale di Rho

permalink | inviato da SimoneS il 11/10/2010 alle 22:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

20 gennaio 2010

La Via Craxi divide il Comune di Milano


Forse le manifestazioni di dissenso contro l'intenzione di intitolare una Via a Craxi non sono cadute nel vuoto.

L'annuncio del presidente del Consiglio Comunale, Manfredi Palmieri (Pdl), che non si sarebbe commemorato l'ex presidente del consiglio morto latitante, ha sollevato un vespaio nel PDL.

Alla fine sembra che si sia trovato un accordo Bipartisan per intitolare una Via a Craxi, la battaglia non è ancora vinta ma noi non ci arrenderemo.

I corrotti non sono esempi da seguire, se intitoliamo una Via a Craxi diamo un cattivo esempio alle generazioni future.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Via Craxi Giustizia Milano

permalink | inviato da SimoneS il 20/1/2010 alle 15:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

10 gennaio 2010

No alla Via Craxi, Io C'ero!!



Clicca qui per vedere la seconda parte

Sabato, nonostante il tempo, c'erano molte persone alla manifestazione contro l'intenzione del Sindaco di Milano di intitolare una Via a Bettino Craxi.

Le reazioni di politici e giornali erano del tutto prevedibili, Bobo Craxi ci ha dato dei patetici e altri hanno cercato di minimizzare la cosa.

Il nostro unico scopo era ricordare, evitare che le persone dimentichino certe cose, corruttori e delinquenti non possono essere usati come esempio da seguire ma vanno allontanati dalle istituzioni.

Contrariamente a come vogliono fare credere quella di sabato è stata una manifestazione senza colore politico, in piazza cerano cittadini che vogliono difendere lo stato di diritto.

Torneremo in piazza tutte le volte che ce ne sarà bisogno.

29 dicembre 2009

Milano vuole dedicare una via o un parco a Craxi


L'ufficializzazione dovrebbe avvenire il 19 gennaio ma sembra che il comune di Milano si deciso ad intitolare una via o un parco a craxi per i dicei anni dalla sua morte.
Faccio un piccolo riepilogo delle condanne accumulate dallo "Statista" Craxi:

5 anni e 6 mesi per corruzione nel processo Eni-Sai;

4 anni e 6 mesi per finanziamento illecito per le mazzette della metropolitana milanese.

Per tutti gli altri processi in cui era imputato (alcuni dei quali in secondo od in terzo grado di giudizio), è stata pronunciata sentenza di estinzione del reato a causa del decesso dell'imputato.

Non possiamo permettere che nel capoluogo della nostra regione ci sia qualcosa intitolato ad un condannato morto latitante!



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Craxi Moratti comune di Milano

permalink | inviato da SimoneS il 29/12/2009 alle 14:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

4 dicembre 2009

Il PGT diminuirà il verde a RHO


Clicca sull'immagine


Trasformazione delle aree agricole, questa è il magheggio con cui ci nascondono l'intenzione di consumare territorio agricolo per costruire nuovi edifici.

Quando al Sindaco di Rho Roberto Zucchetti abbiamo fatto la fatidica domanda: Con il nuovo PGT il verde a disposizione dei cittadini di Rho aumenterà o diminuirà?

La prima risposta è stata aumenterà molto, Zucchetti ha cercato di nasconderci che verrà consumato del territorio attraverso un discorso molto articolato.

Il Sindaco sostiene che la situazione attuale è quella di avere aree verdi disomogenee, il nuovo PGT creerà, invece, un polmone verde omogeneo.

Quando, però, abbiamo chiesto: dopo questa operazione la quantità di verde sarà maggiore o minore di prima è stato costretto ad ammettere che verrà consumata una parte di territorio.

Tiriamo le somme, se il PGT verrà approvato cosi com'è il verde cittadino diminuirà, sara omogeneo ma di meno di quello che avevamo prima.

Considerando la sete di denaro che le amministrazioni pubbliche hanno, è lecito pensare che il consumo del territorio potrebbe essere un modo per ottenere un po di denaro.

Concedere autorizzazioni a costruire solo se si abbattono edifici vecchi e abbandonati per farne di nuovi,  potrebbe essere una soluzione per ottenere un miglioramento della qualità dell'area urbana senza consumare territorio.

P.S. Ricevo e pubblico una lettera di un cittadino che, vista la parte dell'intervista che riguarda il conflitto d'interesse del Sindaco Zucchetti sui terreni in cui verrà costruito il nuovo Liceo, pone tre domande:


Tre domande per il sindaco di Rho.

Per quale motivo ha reso pubbliche le sue proprietà e dei suoi parenti coinvolte in aree di trasformazione nel Piano di Governo del Territorio(Parco Licei --VIA TEVERE) soltanto dopo la denuncia del centro sociale Fornace(14ottobre 2009), eppure le occasioni per farlo prima ci sono state, dalla riunione e votazione di giunta comunale il 6 ottobre, all'assemblea pubblica di presentazione progetto del PGT presso auditorium di via Meda il 9 ottobre?

Per quale motivo, e con quali elementi ha dichiarato alla stampa ( Prealpina del 15 ottobre 09): " penso di non essere l' unico ad avere proprietà ",ovvero se pensa ciò, è il caso di attivarsi e approfondire, anche per una questione di trasparenza nei confronti dei cittadini e per fare in modo , come prevede la legge che il PGT non venga discusso e votato da persone che hanno interessi diretti?

Per quale motivo, coloro che siedono in consiglio comunale dovrebbero aderire al suo invito, di dichiarare delle loro proprietà sino al quarto grado di parentela,quando lei per primo spontaneamente non lo ha fatto?

N.B Il 6 ottobre 2009 in una delibera di giunta la n 225 -Approvazione del rapporto ambientale e del documento di piano del PGT e relativo deposito atti, il sindaco di Rho ha votato, violando ciò che è previsto per legge.

Giuseppe Radaelli

Qui puoi scaricare la delibera della giunta e il verbale.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Comune di Rho PGT Roberto Zucchetti

permalink | inviato da SimoneS il 4/12/2009 alle 22:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

1 dicembre 2009

Zucchetti: Liceo "Robora" e il conflitto d'interessi


Clicca sull'immagine

Gli amministratori di cui all'articolo 77, comma 2, devono astenersi dal prendere parte alla discussione ed alla votazione di delibere riguardanti interessi propri o di loro parenti o affini sino al quarto grado. L'obbligo di astensione non si applica ai provvedimenti normativi o di carattere generale, quali i piani urbanistici, se non nei casi in cui sussista una correlazione immediata e diretta fra il contenuto della deliberazione e specifici interessi dell'amministratore o di parenti o affini fino al quarto grado.”, questa è la norma che regola il conflitto d'interesse di sindaci e consiglieri comunali, presidenti e consiglieri regionali.” (Dlg 276-2000)

La storia di oggi riguarda il comune di Rho e comincia qualche anno fa.

E' il 1997 quando l'amministrazione regionale lombarda si rese conto che la localizzazione delle classi delle scuole superiori Rhodensi era inadeguata avviando, unitamente all'amministrazione comunale, un progetto di costruzione di una nuova struttura.

La nuova scuola doveva essere costruita su un terreno di proprietà comunale e visto che la competenza sugli Istituti Superiori è delle province è stata avviata la pratica che doveva trasferire la proprietà del terreno, ma dopo tutti questi anni quando sembrava che finalmente si fosse arrivati ad una decisione accade qualcosa.

L'attuale Sindaco blocca i lavori e sposta il progetto su terreni di proprietà sua e dei suoi famigliari in attesa dell'approvazione del PGT che dovrebbe legittimarli.

I decreto legislativo citato all'inizio del post costringe il Sindaco a non prendere parte alla votazione che legittimerà questo progetto ma a noi non basta.

La fiducia dei cittadini nei propri “dipendenti” va conquistata con l'onesta e la trasparenza, vogliamo che i conflitti d'interesse siano dichiarati con largo anticipo.

Solo cosi i cittadini (padroni di casa) si possono rendere conto se il guadagno economico di un componente dell'amministrazione, dovuto al cambio di destinazione di un terreno, è accettabile perché crea anche un vantaggio alla società oppure no.

Invitiamo tutti i componenti dell'amministrazione comunale a dichiarare ogni eventuale conflitto d'interesse dovuto al PGT che sta per essere approvato.

Nel video ci sono le risposte del Sindaco sull'argomento.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pgt comune di rho roberto zucchetti

permalink | inviato da SimoneS il 1/12/2009 alle 22:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio