.
Annunci online

 
lapillolarossa 
L'altra informazione: Libera e senza compromessi
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Il Blog di Beppe Grillo
Latitanti pericolosi
Lodo Alfano
Atto incolpazione De magistris
Memoria difensiva De Magistris
Nonsolo blog
Il Webmaster
Link Utili
Voglioscendere
Amici di Beppe Grillo Milano-Ovest
la casa della Legalità
Uguale per tutti
Stefano Montanari
Motivazione Corte d'appello - Andreotti
Sentenza cassazione - Andreotti
Sentenza Dell'Utri
Sentenza della Corte Europea - Caso Europa 7
Decreto sicurezza
  cerca


 

Diario | Ambiente | Autori | Lotta alla Mafia | Politica | Politica locale | Giustizia |
 
Diario
1visite.

27 aprile 2008

Grazie....

 

Grazie e ancora grazie.

E stata una giornata indimenticabile.

Solo noi a Rho abbiamo raccolto circa 1.050 firme arrotondate per difetto, in tutta Italia ne sono state raccolte 500.000 in un solo giorno una cosa mai successa nella nostra Repubblica un successo inaudito.

Cito dal Blog di Beppe Grillo ( www.beppegrillo.it)

Il V2-day è stato un successo perché quasi 500 piazze in Italia e all’estero hanno partecipato, perché sono state raccolte 1.300.000 firme in un giorno, perché 120.000 persone hanno ascoltato per sei ore in piedi sotto un caldo estivo economisti, ambientalisti, operai, matematici e anche Beppe Grillo. Ma il V2-day è stato un successo enorme, straordinario soprattutto per la reazione dell’informazione. Per il silenzio dell’informazione. Per la comicità dell’informazione con i telegiornali che hanno dedicato tre minuti all’orango Petronilla di Roma e neppure un secondo al V2-day. Cinque minuti allo squalo bianco della California e neppure un secondo a due milioni di persone che sostenevano un referendum popolare.
L’informazione di regime è stata
il miglior sponsor del V2-day. Imperdibili alcune mie inquadrature dal basso in modo da non far vedere la gente. E’ la stessa tecnica usata dal regime comunista polacco per la visita di Giovanni Paolo II nella sua prima visita in Polonia. C’erano milioni di persone, ma sembrava che parlasse al vuoto.
Ragazzi, se non ci foste voi mi sentirei un po’ a disagio, un po' solo. Comincerei a pensare che il pazzo sono io. Che è giusto che un politico possieda tre televisioni nazionali. Che l’Italia sia considerata semilibera per l’informazione da istituti internazionali. Che in Parlamento ci siano70 tra condannati, prescritti e rinviati a giudizio. Si, il pazzo sono io e lo siete anche voi che siete scesi in piazza in questo bellissimo, solare, 25 aprile.

No Beppe siamo noi a dover ringraziare te che ci dai la possibilità di urlare a tutti quanto amiamo il Nostro Paese.

Non permetteremo a nessuno  di stuprarlo cosi senza combattere.


Scarica " La Pillola Rossa" di questa settimana 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. V2-Day Informazione Libera TV Giornali

permalink | inviato da SimoneS il 27/4/2008 alle 22:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 aprile 2008

La finanza creativa

 

Ci sono ancora persone stordite dai Mass Media Italiani.

Tenute allo scuro di cosa accade in realtà, pensano realmente che verranno alzate le pensioni, che la ”finanza creativa” di Tremonti trasformerà in oro tutta la feccia di cui il Nostro Paese è sommerso.

L’ultima volta che Tremonti ci ha provato ( 25 settembre 2001) fece varare un decreto (n°350) che permetteva a chi avesse avuto soldi in conti Esteri, pagando un “ Piccola Tassa” del 2,5% (le aliquote normali sono del 50/60%), di farli rientrare in Italia.

Basta depositarli in una banca, si riceve in cambio una “dichiarazione riservata” di ricevuta e sia ha garantito l’assoluto anonimato.

Lo “ Scudo Fiscale” venne giustificato sia dal Governo che dalla Maggioranza con la necessità di “ Far riemergere denaro sommerso” e di fare cassa.

Dimenticarono di dire però che chiunque avesse illegalmente accumulato denaro all’estero poteva così, attraverso quella legge, “ ripulire” denaro “sporco” pagando una “modica tassa”.

Decisamente curiosa la coincidenza fra il decreto e uno dei processi in cui Berlusconi (all’epoca Presidente del Consiglio) è imputato:

accusato di avere oltre 1500 miliardi di lire in conti riferibili a 64 società off-shore della Finivest, versando solamente 50 miliardi di lire potrebbe farli rientrare senza farlo sapere a nessuno visto che la sua stessa legge garantisce l’anonimato. ( se l’abbia fatto o no non è dato saperlo).

A proposito di quella legge il Procuratore aggiunto di Torino dell’epoca, Bruno Tinti, parlò di “ Riciclaggio di Stato” e “ Ricettazione Istituzionalizzata” mentre Tv e Giornali, in “piccola contro tendenza” non ne fecero menzione, lasciando la popolazione allo scuro di tutto.

Non vogliamo tutto ciò accada di nuovo ecco perchè venerdì 25 e sabato 26 aprile saremo a Rho in Via Matteotti ( il 25) e Piazza S. Vittore (il 26), raccoglieremo le firme per liberare l’Italia da Tv e Giornali di Partito.

Scarica " La Pillola Rossa" di questa settimana


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi governo tremonti v2-day

permalink | inviato da SimoneS il 20/4/2008 alle 21:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

12 aprile 2008

Il Voto Rubato

 


(Clicca l'mmagine)

Con la fine della tornata elettorale si è scritto uno dei capitoli più bui della democrazia italiana.

Saranno eletti Senatori e Deputati scelti dai Partiti e non dal Popolo, un vero e proprio Golpe.

Durante la campagna elettorale abbiamo sentito di tutto, ci hanno detto che non ci sarebbero stati condannati in lista, niente di più falso.

Abbiamo sentito una serie di ricette per far ripartire il Paese, detassazione degli straordinari, salario minimo contrattuale ecc ecc.

Le persone che in questi decenni hanno divorato l’Italia ora ci vengono a dire come bisogna fare per rimetterla in piedi Incredibile!!

Sono loro la causa dei nostri problemi, devono andarsene tutti, come può la popolazione affidare la propria fiducia a chi, per anni, ne ha approfittato spudoratamente nascondendoci la verità attraverso il controllo  dei mezzi d’informazione.

Il cittadino male informato non può decidere, rimane in balia di ciò che gli viene detto, TV e Giornali devo essere liberi e distaccati dai Partiti e da qualsiasi forma di  assistenzialismo.

Il 25 aprile spazzeremo via tutto questo raccogliendo i consensi per eliminare il contributo pubblico ai giornali.

Gli editori, per campare, dovranno invogliare la gente a comprare i loro giornali scrivendo cose che vale  la pena leggere e non vivere, come parassiti, anche sulle spalle di chi il giornale non lo compra.

Un piccolo esempio di assistenzialismo:

Alda D’Eusanio prende 300,000 Euro l’anno (tanto quanto un Ministro) per riempire il pomeriggio televisivo di Rai Due con una serie di sciocchezze inaudite.

Durante i 4 anni in cui è stata “ parcheggiata”, periodo definito da lei stessa un umiliazione, ha comunque recepito la stessa somma, pagata anche con i soldi delle famiglie che non riescono a tirate avanti.

 

 

P.S. qui troverete l’elenco completo dei: condannati, prescritti, rinviati a giudizio, indagati che saranno in parlamento. (sono 100) e l’elenco dei senatori e Deputati che saranno in Parlamento.

Non li deciderà il voto, li hanno già decisi loro



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. senato voto camera dei deputati v2day

permalink | inviato da SimoneS il 12/4/2008 alle 17:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

6 aprile 2008

La TV che non c'è

 


(Clicca l'immagine)

Uno dei motivi per cui raccoglieremo le firme il 25 Aprile, è l’abolizione della legge “Gasparri” (n° 112 del 2004) che, oltre a garantire il duopolio RAI – MEDIASET, con l’introduzione del digitale terrestre, stabilisce che per poterne chiedere frequenze in concessione bisogna già possederne una analogica (Art. 23  Comma 5).

Tutto a danno di Europa7 che dal 1999 lotta per far valere i propri diritti, facciamo un breve riassunto di quello che è accaduto:

Luglio 1999:  lo Stato Italiano da a Europa7 la concessione per una rete nazionale, il governo D’Alema però non assegna mai le frequenze necessarie per iniziare a trasmettere.

Nella stessa data RETE 4, invece,  non ottiene la concessione.

Il Governo Amato dall’aprile del 2000 al giugno del 2001 non si occupa minimamente della questione dando cosi la possibilità a Rete4 di continuare a trasmettere senza concessione.

Novembre 2002:  La Corte Costituzionale stabilisce che RETE4 deve dismettere definitivamente le trasmissioni entro il 31 dicembre 2003 (Sentenza n° 466).

24 dicembre 2003: (appena in tempo),  Silvio Berlusconi, firma un decreto legge che permette di superare tale termine, in più, nell’aprile del 2004  il suo Governo approva la legge “Gasparri” che, fregandosene liberamente della corte costituzionale, consente a Rete 4 di continuare a trasmettere escludendo Europa7. (alla faccia del conflitto d’interessi)

Passiamo ora a Prodi: ll suo governo, il 12 ottobre del 2006, approva il disegno di legge “Gentiloni” che, oltre a garantire a RETE4 la possibilità di continuare a trasmettere, non riconosce nemmeno i diritti di Europa7.

La questione arriva davanti alla corte di giustizia Europea, dove il Governo (Prodi), tramite l’avvocatura dello stato, difende addirittura la legge Gasparri (nemmeno fosse Berlusconi ndr)

Alla fine dopo tante battaglie arrivano le conclusioni dell’avvocato generale della Corte di giustizia europea  seguite da una sentenza che: danno ragione a Europa7 riconoscendole i diritti a trasmettere, bocciando la legge Gasparri proponendo in fine che vengano pagati i danni a Europa7.

Chi pagherà i danni causati dall’incompetenza di questi Governi?

La collettività ovvero noi naturalmente.

Ricordiamoci di questo tutte le volte che vedremo Emilio Fede ai microfoni del suo TG (Abusivo)

Scarica "La Pillola Rossa" di questa settimana

sfoglia
marzo        maggio