Blog: http://lapillolarossa.ilcannocchiale.it

Appello processo Mills, il PM chiede la conferma della condanna


E’ iniziato a Milano, l’appello del processo Mills, l’avvocato condannato in primo grado a 4 anni e 6 mesi per essere stato corrotto da Berlusconi.

Alla prima udienza il sostituto procuratore Laura Bertolè Viale chiede la conferma della condanna:” “Chiedo alla corte di confermare la condanna di David Mills a 4 anni e 6 mesi. Senza sconti e senza che Silvio Berlusconi venga in aula a testimoniare. Non ce n’è bisogno visto che in questo processo non si è mai presentato per farsi interrogare.”, secondo la Bertolè il ruolo del presidente del consiglio (corruttore) è stato“ampiamente dimostrato nonostante le falsità e le reticenze di Mills”.

Dal canto suo, Berlusconi, dopo la bocciatura del Lodo Alfano, sta cercando disperatamente un modo per evitare la condanna Non voglio governare con l’incubo delle udienze, datevi da fare“, ha detto ai suoi uomini.

Ghedini e Alfano, per far contento il padrone, si sono subito messi all’opera e hanno messo in cantiere una legge che rende inutilizzabili le condanne passate in giudicato e un ulteriore riduzione dei tempi di prescrizione; insomma un'altra legge ad Nanum che dovrebbe essere varata per febbraio.

A Milano, intanto, se tutto procede senza intoppi, la sentenza d’appello per il processo Mills dovrebbe arrivare per il 27 ottobre, si dovrà fare tutto a tempo di record per evitare la prescrizione in cassazione.

Berlusconi potrebbe rinunciare alla prescrizione ed andare fino in fondo se è innocente come dice, lo farà?...

Io credo di no!

Pubblicato il 12/10/2009 alle 11.19 nella rubrica Giustizia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web