Blog: http://lapillolarossa.ilcannocchiale.it

Alfano il bugiardo: Inchieste su Berlusconi solo dopo il 1994

L'ultima bugia del Ministro Alfano:"Nessuno è riuscito a rispondere alla domanda su come mai tutte le inchieste si siano concentrate su Berlusconi dal 1994 in poi." (Il giornale 23 novembre 2009)

Non è vero che nessuno l'ha smentita, o meglio in TV (visto che la verità in TV non passa) non è stata fatta passare ma in rete la verità passa e come.

Tanto per ripetere una volta di più, elenco tutti i procedimenti a carico di Berlusconi nati prima della sua discesa in campo, tanto che “Altri commentatori affermano invece che la fondazione fulminea di un nuovo partito, Forza Italia, sarebbe stata solo un metodo per evitare la bancarotta o addirittura il carcere grazie alle cosiddette leggi ad personam varate dai governi da lui presieduti (Wikipedia)”.

Veniamo ai dettagli:

1979, Berlusconi riceve una visita della Guardia di finanza negli uffici della Edilnord S.a.S. Intestata a Umberto Previti, il cavaliere afferma di essere solo un consulente esterno addetto alla progettazione di Milano 2 ma in realtà Berlusconi era proprietario unico della Edilnord.

I Finanzieri Massimo Maria Berruti, Salvatore Gallo (iscritto alla loggia P2 insieme a Berlusconi) e Alberto Corrado, nonostante riscontrino delle anomalie nei rapporti tra Berlusconi e alcuni misteriosi soci Svizzeri archiviano cosi l'ipsezione.

E' solo un caso ma Berruti fa carriera, entra a lavorare in Finivest come avvocato viene poi arrestato (1985) nello scandalo Icomec (assolto) torna in cella nel 1994 (insieme a Corrado) per il depistaggio dell'inchiesta sulle tangenti alla Guardia di Finanza.

Oggi è deputato del PDL e condannato in via definitiva a 8 mesi per favoreggiamento.

1987, Berlusconi a seguito di un articolo di Epoca sulla sua iscrizione alla P2, querela il giornale: "Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo comunque che è di poco anteriore allo scandalo [...] Non ho mai pagato una quota di iscrizione, né mai mi è stata richiesta".

I giornalisti, tutti assolti, presentarono a loro volta una controquerela per falsa testimonianza, il 22 luglio 1989 Gabriele Nigro firmò una Sentenza istruttoria di non doversi procedere perché il fatto non costituisce reato.

Sentenza impugnata davanti alla Sezione istruttoria della Corte d'Appello di Venezia che, nel 1990, dichiara il reato contestato commesso ma estinto per amnistia (varata pochi mesi prima).

1983, i telefoni di Berlusconi furono messi sotto controllo in un indagine per traffico di droga , indagine poi archiviata.

Il famoso avviso di garanzia ricevuto al seguito del rinvio a giudizio per concorso in corruzione (la famosa inchiesta alla Guardia di finanza da cui è uscito assolto anche grazie alle dichiarazioni di Mills) fa riferimento ad indagini iniziate nel 1991 (Mondadori), 1992 ( Mediolanum) e 1994 (Tele+).

Alfano sembra ripetere come un pappagallo le affermazioni del suo padrone, Berlusconi, infatti, ha più volte ribadito la stessa cosa arrivando addirittura a denunciare i giudici di Milano per “attentato ad organo istituzionale”, nelle motivazioni dell'archiviazione della denuncia si legge: “Risulta dall'esame degli atti che, contrariamente a quanto si desume dalle prospettazioni del denunciante, le iniziative giudiziarie [...] avevano preceduto e non seguito la decisione di "scendere in campo” (Carlo Bianchetti, Giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Brescia 15 maggio 2001)

Un Ministro di cotanta caratura si dovrebbe vergognare di andare in giro a dire tutto queste falsità.

Nel prossimo post analizzeremo anche le altre affermazioni del Ministro riportate da Il Giornale di famiglia.


P.S. Il mio commento all'articolo de Il Giornale non è stato pubblicato

Pubblicato il 23/11/2009 alle 19.28 nella rubrica Politica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web