Blog: http://lapillolarossa.ilcannocchiale.it

Il Giornale: I rischi delle scorie nucleari non ci sono


clicca qui per vedere la seconda parte


I rischi delle scorie nucleari, tutte bufale.

Con questo titolo Il Giornale di famiglia tenta di difendere l'energia nucleare, Franco Battaglia, autore del pezzo, cerca di convincere i lettori che la durata della radioattività delle scorie è un pregio “Chi la dice non capisce che è, questo, un pregio e non un difetto dei rifiuti radioattivi: la pericolosità dei rifiuti radioattivi diminuisce nel tempo, fino ad esaurirsi del tutto”.


Battaglia paragona le scorie nucleari ai rifiuti tossici che produciamo ogni giorno.

Il paragone è condivisibile, quello che non condivido è la necessità di aggiungere altri rifiuti tossici a quelli che già produciamo.

I pezzi forti dell'articolo sono la produzione e lo stoccaggio delle scorie, secondo Battaglia le centrali nucleari producono pochissime scorie e basta trovare un posto giusto per stoccarle per dimenticarcele.

Peccato che questo ferratissimo giornalista non capisca che non esiste un posto dove stoccare le scorie in sicurezza per tutta la durata della radioattività.

Lo spiega Michele Boato nell'intervista, quando i siti di stoccaggio perderanno la loro sicurezza le scorie all'interno cominceranno a contaminare le aree circostanti, avvelenando il futuro dei nostri figli.

Il vero motivo per cui si vogliono costruire centrali nucleari è solo economico: Gestione degli appalti e dello smaltimento dei rifiuti.

Se invece riducessimo al massimo gli sprechi di energia e cominciassimo a produrre energia attraverso le fonti rinnovabili, non dovremmo ricorrere all'energia nucleare facendo a meno anche di quelle poche scorie che hanno il “pregio di diminuire la propria radio attività in centinaia di anni”

io non voglio avvelenare il futuro dei miei figli

Pubblicato il 23/12/2009 alle 22.42 nella rubrica Ambiente.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web